Oblate di San Benedetto Giuseppe Labre

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

 
 
 
 
 
 

"Quando si nota un carattere sempre sereno, un volto sempre sorridente, una laboriosità instancabile, una vita di pietà angelica, solo allora si può esclamare: questa è l’anima adatta ad essere Oblata."
(Don Ambrogio Grittani, Amare, 1947)

Lettera alle Oblate, 1948
   

"Pensate seriamente alla sublime vocazione cui vi chiama il Signore. Non una vocazione ordinaria di suore, ma la straordinaria vocazione di prime Oblate di fondatrici, di una nuova Congregazione di suore, madri sante di figli sante.

Sappiate che fra molti anni forse non si parleà del fondatore delle Oblate di S. Benedetto Giuseppe Labre se non come di un povero prete carico di difetti, come l'asino di Balaam, ma si parlerà delle prime Oblate, come di madri di sante figlie.

Voi forse potrete restare atterrite, non vi sconfidate però, perchè avete a mezzo sicuro di santità due potenze: quella dei poveri che servite e quelle della carità che è l'apice della santità.

Il servizio ai poveri vi purifica dai difetti, la carità vi spinge alle vette della santità.
Pensando così, voi potete esclamare: è veramente facile divenire santi nell'Opera. Proprio così.

Vi ho dato un motto: "CHARITAS XTI URGET NOS", vi ho insegnato un verbo "AMARE"; vi ho ripetuto fino ad annoiarvi: amatevi, vogliatevi, vogliatevi bene, compatitevi l'un l'altra, difendetevi, esortatevi, siate unite.
Vi ho dato anche l'esempio di amore, di compatimento, di pazienza, di serenità.
Vi ho anche dato i miei dolori quando soffrivo e ve ne siete accorte ... Vi ho detto che sarei un leone contro mille nemici dell'Opera ... 

Ritornate a donare a tutti i benefattori dell'Opera, l'esempio di un dinamismo soave e travolgente insieme per un grande, il solo amore di Gesù che vi fa calpestare il mondo che vi insulta perchè avete saputo sputargli in faccia per divenire tutte di Gesù.
Ritornate a donare alle anime che veranno ad imparare un arte materiale, un'altra arte, la difficile arte della traquilità, dell'equilibrio, del sorriso, sempre lontano dalla tristezza, dalla malinconia.

Questo povero prete che vi sogna sante, la più grandi sante della vostra età, e dimostrate al mondo che voi siete tutte di un pezzo, credenti e praticanti; dimostrate al mondo che nei vostri occhi sereni brilla la gioia di una immolazione; che Cristo va veramente amato specialmente quando vi fa soffrire.
Siate generose e non negate nulla a Gesù."
Vi benedico.
don Ambrogio Grittani
CONTATTI
Istituto Suore Oblate di S.Benedetto Giuseppe Labre

Indirizzo Via Don Minzoni - 70056 Molfetta (BA)
Fax 080/334.42.02
 
Torna ai contenuti | Torna al menu